Aggiornato a Giovedì 20 Giugno ore 03:42

Poste Italiane - il laterale crea molti dubbi

Pubblicato il 20/05/2019 alle ore 17:28:56

Analisi del 20 maggio 

 

 

Bisogna prestare attenzione all'andamento del titolo perché la rottura al ribasso della soglia di 8.9 euro potrebbe creare i presupposti per un consolidamento verso quota 8.50 euro in prima battuta con estensione sino a 7.7 euro se la volatilità dovesse aumentare. Allo stesso tempo, registriamo che i volumi sono in costante calo nell'ultimo periodo (grafico giornaliero) mentre i prezzi continuano a evidenziare un livello di forza molto ridotto.

Strategia

Attendere. Rimaniamo alla finestra anche perché il livello di rischio si mantiene su soglie elevate e non fornisce alcun segnale anticipatore. Al momento, preferiamo non agire in compera su questo titolo.

 


Analisi dell'8 maggio




 

Il trend correttivo del titolo è legato alla pubblicazione di dati che non hanno deluso le attese degli analisti, ma hanno evidenziato che i principali due rami di attività viaggiano a velocità differenti. Il risultato del settore assicurativo ha deluso le aspettative e assorbe il progresso messo a segno dal settore finanziario. Appare evidente che il management deve agire per riportare i margini di redditività su buoni livelli.

A livello grafico si nota che il titolo ha raggiunto la zona di 9 euro e solo ora sta tentando un recupero. Non siamo attivi sul titolo perché il segnale di debolezza è ben evidente sui prezzi con la rottura del primo ritracciamento. Segnale confermato anche dalla posizione dell'indicatore che raggiunge la zona di forte eccesso ribassista. La media mobile è troppo lontana per supporre di attivare l'operatività. Per il momento, attendere.

 


Analisi del 10/04





 

Il titolo si muove sui massimi assoluti e potrebbe puntare ai 9 euro sin dalla mattinata di oggi. Emergono delle indiscrezioni da Roma circa la possibilità del Tesoro di liquidare la propria quota nella società a CDP. Il mancato passaggio dal mercato è positivo perché, in caso contrario, sarebbe arrivata troppa carta sul listino (con relativo drenaggio di liquidità). Al momento, non siamo attivi sul titolo ma bisogna prendere in considerazione l'investimento soprattutto se assisteremo a un consolidamento dei prezzi verso quota 8.45/50 euro, dove si trova il primo appoggio dato dalla proiezione di Fibonacci). Ipotesi da valutare al momento e a seconda delle condizioni del mercato. In pratica, indicazione da confermare.

 


Analisi del 20/03

 

Movimento in netto recupero per il titolo che segna i nuovi massimi storici raggiungendo l'area di 8.50 euro. Non abbiamo alcun parametro di riferimento sul titolo e, pertanto, adottiamo la proiezione di Fibonacci per evidenziare i possibili obiettivi. Al momento, restiamo neutrali di fronte al titolo sia perché non crediamo ad un allungo così deciso per i dati sia perché il titolo trova un primo ostacolo a 8.51 euro, A nostro avviso, la società rischia di entrare nel nuovo salvataggio di Alitalia dopo l'uscita di EasyJet e questa, a nostro avviso, sarà un'eventuale notizia negativa (i vertici potrebbero giustificare questa operazione per i trasporti dei pacchi postali).

Preferiamo rimanere al di fuori dal titolo e perdere un'occasione piuttosto che subire un intervento statale che potrebbe risultare molto pesante per le quotazioni. 

 


Analisi dell'1/03






 

Il titolo ha raggiunto la zona di 8 euro, dove si colloca il primo ostacolo. Il movimento dei prezzi rimane sempre positivo tanto che è stato chiuso un piccolo gap proprio sotto la soglia di 8 euro. Appare evidente che il movimento dei prezzi avviene su volumi non altissimi e, soprattutto, con una condizione generale che non spinge a entrare in questo momento. Oltre ai volumi, registriamo la consistenza dell'ostacolo posto a 8.00/8.20 euro e il forte eccesso rialzista dei prezzi. Non siamo attivi sul titolo e suggeriamo di attendere un consolidamento per agire. Probabilmente, area 7.50 euro potrebbe essere sufficiente per far ripartire i prezzi.

 

Ultime notizie

© 2019 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406