Aggiornato a Mercoledì 5 Agosto ore 11:38

Bce - l'opinione di Saxo Bank

Pubblicato il 16/07/2020 alle ore 11:28:56

Fonte - Zerohedge

Traduzione Google

 

La risposta tempestiva alla pandemia della BCE è riuscita a colmare con successo i deficit finanziari dei governi nella zona euro. Nonostante la profondità della recessione e il grande shock negativo per il livello del debito pubblico, l'Italia è in grado di finanziare le spese COVID-19 a costi molto bassi, senza richiedere l'aiuto finanziario del MES. Lo spread sui titoli di Stato decennali Italia-Germania è sostanzialmente tornato ai livelli pre-COVID, all'1,66% contro un picco di crisi al 2,77% a metà marzo. Il più grande successo della BCE è che ha evitato un rifacimento della crisi del debito del 2012, assorbendo quasi tutto il nuovo debito pubblico legato alla pandemia e fornendo tutta la liquidità necessaria al mercato, evitando così l'insorgere di una crisi di liquidità.

 

Ora che la sfida della Corte costituzionale tedesca è stata respinta, la BCE può concentrarsi sul futuro dei suoi acquisti di obbligazioni. Le discussioni tecniche riguarderanno probabilmente:

  • Il rallentamento del percorso degli acquisti di obbligazioni, che di solito si verifica durante la stagione estiva (luglio e agosto), e potrebbe essere il principale punto di interesse per gli investitori questa settimana;

  • Ulteriore flessibilità nei parametri PSPP, in particolare per quanto riguarda il limite dell'emittente del 33%. Questo problema deve essere affrontato non appena ci sono molte indicazioni che i limiti per i titoli di stato tedeschi devono essere abbastanza vicini.

  • Nell'ambito della revisione strategica prevista per il 2021, i primi discorsi su come la BCE potrebbe aiutare a combattere i cambiamenti climatici, un argomento che è stato al centro dei discorsi di Lagarde negli ultimi tempi.

A causa della potenza di fuoco della BCE e delle speranze di un accordo dell'UE sul piano di risanamento "" Next Generation EU "di questa settimana alla riunione dell'EUCO del 17 e 18 luglio, il sentimento degli investitori è notevolmente migliorato nelle ultime settimane in merito alle attività finanziarie europee, e in particolare l'euro. Gli speculatori stanno scommettendo su un euro più alto in quanto prendono la loro posizione lunga vicino al loro punto più alto annuale, attualmente con 180.387 contratti. Questa mossa riflette anche l'avversione nei confronti dell'USD a causa della crisi sanitaria negli Stati Uniti e dell'impatto sul biglietto verde della Federal Reserve che inonda i mercati di dollari USA. Almeno a breve termine, l'euro dovrebbe continuare a funzionare bene.

L'azione tempestiva della BCE e le speranze di un accordo dell'UE sul bilancio e sul piano di risanamento hanno alimentato un sentimento positivo degli investitori sull'euro
 

Tuttavia, non c'è spazio per il compiacimento. I rischi al ribasso rimangono elevati per i prossimi mesi. È probabile che la BCE rimanga in allerta poiché la seconda ondata economica del COVID-19, caratterizzata da ristrutturazioni aziendali e chiusure permanenti, sta per colpire l'Eurozona e frammentare il settore bancario. Sebbene l'indicatore di stress sistemico della BCE si sia ritirato dal suo picco annuale raggiunto a metà marzo, è ancora nel territorio della zona a rischio a 0,21, a conferma che potrebbe essere necessario un ulteriore sostegno da parte della BCE per limitare le questioni finanziarie che potrebbero rallentare la ripresa. Sarà di primaria importanza monitorare bene i rischi nel settore bancario relativi ai differimenti di pagamento, che sono stati concessi a consumatori e imprese per far fronte alla crisi.

 

Lo stress sistemico nell'area dell'euro rimane nella zona a rischio

 

Ultime notizie

© 2020 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406