Aggiornato a Venerdì 17 Novembre ore 18:07

Sofferenze in calo nel 2016

Pubblicato il 11/01/2017 alle ore 15:32:18

Abi e Cerved presentano oggi i risultati dell’Outlook sulle nuove sofferenze delle imprese italiane, che elabora stime e previsioni dei tassi di ingresso in sofferenza delle società non finanziarie per classe dimensionale. Secondo la ricerca, il 2016 è il primo anno dall’inizio dalla crisi in cui i tassi di ingresso in sofferenza per le imprese si riducono in tutti i settori economici e in tutte le aree geografiche, con la sola eccezione del Mezzogiorno dove le imprese si mantengono sui livelli del 2015. Le previsioni per il 2017-18 mostrano miglioramenti diffusi in tutti i settori e le aree geografiche, con un restringimento dei divari tra settori e aree più e meno rischiose. Nel 2018, medie e grandi imprese torneranno vicine ai livelli pre-crisi. I dati elaborati da Abi e Cerved indicano un deciso calo delle nuove sofferenze nei primi sei mesi del 2016; tra gennaio e giugno del 2016 le banche hanno passato in sofferenza un ammontare di prestiti pari a circa 12 miliardi di euro (rispetto ai 15 miliardi dello stesso periodo del 2015), in calo del 18% su base annua. Il tasso di ingresso in sofferenza per le società non finanziarie si è attestato, in termini di importi, al 3,9% a giugno 2016, in deciso calo rispetto all’anno precedente (4,4%) e ai massimi di fine 2013 (4,8%). In termini di numeri, il tasso si attesta al 3,8%, in calo di un decimo di punto su base annua.

 

Continua a leggere

http://www.ilvelino.it/it/article/2017/01/11/outlook-abi-cerved-calano-sofferenze-imprese-nel-2016-sud-area-piu-ris/98ce2711-b016-4508-87cb-7c4e3c3b7331/

Ultime notizie

© 2017 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406