Aggiornato a Giovedì 14 Dicembre ore 02:23

Draghi continua a battere sul tasto delle riforme strutturali

Pubblicato il 17/11/2017 alle ore 10:26:16

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 17 nov - "Con una ripresa solidamente avviata, questo e' il momento giusto per l'eurozona di affrontare le sfide alla stabilita'. Questo significa mettere in ordine i conti delle nostre case fiscali e costruire cuscinetti per il futuro, e non aspettare solo che la crescita riduca il debito". Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi parlando a Francoforte. "Significa implementare - ha aggiunto - riforme strutturali che permetteranno alle nostre economie di convergere e crescere a velocita' maggiori nel lungo periodo. E significa affrontare i gap che rimangono nell'architettura infrastrutturale dell'unione monetaria".


Messaggio chiarissimo che non riguarda solo noi italiani (anche se in prima battuta) ma anche qualche altro Paese che ha beneficiato della ripresa economica, innescata dalla Bce, ma senza adeguardi. Basta osservare le economie dei Paesi del Mediterraneo, anche di quelli che si affacciano sul mare ma hanno la capitale a nord

Ultime notizie

© 2017 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406