Aggiornato a Venerdì 25 Maggio ore 17:50

Mps: prima vittima di Borghi

Pubblicato il 17/05/2018 alle ore 15:17:18




Ci siamo sempre schierati, a livello politico, per non creare fraintendimenti tra chi ci legge, ma solo verso pochi personaggi politici abbiamo manifestato profonda irritazione (Renzi era uno di questi). Borghi fa parte di questa schiera che apprezziamo meno di zero sia per le sue opinioni assolutamente insulse sia per l'arroganza con cui le esprime. Ora che ha un ruolo di Governo deve imparare a misurare le parole (e crediamo che Salvini, molto più smaliziato di lui e tutti i grillini messi insieme, farà opera di catechizzazione) perché altrimenti si concretizzano movimenti che sono al limite della turbativa di mercato. 

 

Mps è crollato perché Borghi ha dichiarato che la banca deve rimanere sotto il controllo statale e non essere venduta come da accordi presi con Bce e l'Europa. Non solo, stop alla chiusura delle filiali, entrando direttamente nel campo decisionale dell'AD e Cda. Il titolo ora è sospeso per ribasso, proprio mentre stava per riprendere slancio e riportarsi verso valutazioni più congrue. 
 

C'è poco da aggiungere a quanto detto dell'esimio professore perché il titolo sta per tornare in area 2.75 euro e questo significa che bisogna ricostruire tutto d'accapo. 


Strategia


Attendere

Ultime notizie

© 2018 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406