Aggiornato a Giovedì 20 Gennaio ore 00:51
Menu

Esprinet - nuova modifica ai livelli operativi

Pubblicato il 17/01/2022 alle ore 15:07:07

Analisi del 17 gennaio
 

(grafico giornaliero)
 

Netto recupero del titolo e raggiungimento della zona di 12.6 euro. Movimento caratterizzato da volumi non elevati ma anche da un segnale da parte dell’indicatore che sta incrociando al rialzo la media mobile. Il recupero dei prezzi è ben impostato e, soprattutto, rileviamo che il primo ostacolo si colloca tra 13.70 e 13.75 euro, dove passa la linea superiore del canale evidenziato. Modifichiamo il target del titolo.
 

Strategia
 

Abbassiamo al livello di 13.70/75 euro il target di vendita di parte della posizione. Indicazione operativa


Analisi del 14 gennaio
 

(grafico giornaliero)
 

Andamento al rialzo nella seduta di oggi e raggiungimento della zona di 12 euro. Nulla di particolare per quanto concerne la situazione tecnica che continua a rimanere deficitaria. Il trend dei prezzi mostra, comunque, un modesto miglioramento ma non per quanto concerne la curva dei prezzi quanto l’andamento dell’indicatore. Il trend è sempre tale da rendere possibile il raggiungimento della zona di 14 euro ma appare opportuno abbassare leggermente il primo target di vendita.


Strategia


Abbassiamo la soglia operativa al raggiungimento della zona di 13.85/90 euro. Nuovo livello, a partire da lunedì, per alleggerire la posizione in essere.




 


Analisi del 10 gennaio

 

(grafico giornaliero)
 

Netto consolidamento per il titolo e ritorno sotto la zona di 12 euro. il movimento ribassista si sta sviluppando in presenza di scambi non altissimi ma la velocità di storno ha prodotto il ritorno dell’indicatore in zona di forte eccesso ribassista. Vi sono le condizioni per assistere ad una reazione ma questa avrà successo solo se il movimento del Nasdaq dovesse riprendere quota.
 

Strategia
 

Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 14.10 euro per il primo alleggerimento. Indicazione sempre attiva.


Analisi del 3 gennaio
 

(grafico giornaliero)
 

Gran passo in avanti per il titolo che si avvicina al massimo precedente. Il movimento di oggi lascia supporre che il titolo possa proseguire sino al raggiungimento della zona di 14 euro, dove si colloca il primo ostacolo. Indicatore in allungo e in zona di forte eccesso mentre i volumi sono in netto aumento.
 

Strategia
 

Attesa la continuazione al rialzo del movimento in atto sino a determinare il raggiungimento della zona di 14.10/20 euro. Indicazione attiva per alleggerire la posizione in essere.  


Analisi del 22 dicembre
 

(grafico giornaliero)


Un nuovo allungo dei prezzi e raggiungimento della zona di 12.4 euro, soglia dove non troviamo alcuna nuova condizione tecnica di brevissimo. La tendenza dei prezzi ha prodotto un primo segnale di recupero da parte dell’indicatore che sta incrociando al rialzo la media mobile mentre i volumi sono allineati a quelli della precedente sedute.


Strategia


Manteniamo la posizione in essere senza intervenire in questa fase. Puntiamo al raggiungimento della zona di 13/13.20 euro nel brevissimo. Non saremo attivi a questo prezzo ma solo a 14.20/30 euro. Indicazione che rimane attiva per una parte della posizione.


Analisi del 13 dicembre
 

(grafico giornaliero)
 

Anche oggi una caduta che non si spiega se non per le sistemazioni di portafoglio in vista della scadenza option di domani. Il movimento correttivo ha determinato il ritorno del titolo verso la zona di 12 euro, soglia che pensavamo potesse essere lasciata alle spalle. Il dato negativo di questa correzione arriva dalla consistenza dei volumi che si sono alzati in maniera robusta mentre l’indicatore raggiunge la zona di forte eccesso.
 

Strategia
 

Abbiamo mantenuto in passato, manteniamo anche ora. Puntiamo al raggiungimento della zona di 14.20 euro per alleggerire. Indicazione attiva ma difficilmente realizzabile entro la fine dell’anno.


Analisi del 10 dicembre
 


(grafico giornaliero)


Il titolo mette sotto pressione il livello di 12.90/13 euro, dove si colloca il primo appoggio ma, per il momento, il ribasso potrebbe determinare un falso segnale. Infatti, rileviamo che la consistenza dei venditori è modesta mentre l’indicatore si sta appoggiando sulla media mobile. Il segnale dei prezzi, quindi, non è confermato dalle altre variabili.


Strategia


Rimaniamo in posizione per primo target a 14.20 euro. Indicazione attiva per alleggerire una parte della posizione in essere.


 


Analisi del 9 dicembre
 

(grafico giornaliero)
 

Andamento al ribasso che cancellazione del segnale emerso ieri con l’avvicinamento a 14 euro. Un movimento improvviso, che ci ha colto di sorpresa, su scambi non particolarmente elevati. Il consolidamento ha permesso all’indicatore di raggiungere la zona dei 50 punti e di avvicinarsi alla media mobile mentre i prezzi si stanno avvicinando alla zona di appoggio data dalla zona di 13/12.95 euro.
 

Strategia
 

Il movimento potrebbe essere un semplice ritest della rottura al rialzo avvenuta in settimana. Si tratta di un movimento molto veloce e, per questo motivo, molto sospetto. Domani avremo la controprova per verificare se il rialzo sino a 13.9 euro è stato un falso segnale o no (non crediamo che sia falso). Mantenere.


Analisi del’8 dicembre
 

(grafico giornaliero)


Il titolo sta andando continuità al rialzo messo a segno ieri che ha portato al superamento di 13 euro. Il rialzo è ben impostato e rileviamo che il titolo ha raggiunto la soglia, sicuramente robusta ma non quanto quella a 14.3 euro, dove è posizionato il ritracciamento del 50%. Il trend dei prezzi è supportato da volumi in netto aumento mentre l’indicatore ha raggiunto la zona di forte eccesso rialzista.


Strategia


Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 14.20/30 euro, dove alleggeriremo la posizione in essere. L’indicazione di scendere al 50% è operativa ma non ci attendiamo che sia soddisfatta oggi.


Analisi del 7 dicembre
 


(grafico giornaliero)


Prima resistenza a 13.00/13.10 euro, successiva a 13.40 euro. Il primo livello è dato dalla statica di brevissimo mentre la seconda soglia è la linea superiore del canale che abbiamo evidenziato sul grafico. Il movimento ha determinato un veloce allungo dell’indicatore che si muove verso la zona di forte eccesso rialzista mentre i volumi si mantengono su buoni livelli ma non sono altissimi.


Strategia


Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 13.40 euro nel brevissimo con estensione sino a 14/14.10 euro. Il trend è ben impostato e, entro la settimana, ci attendiamo il raggiungimento di area 13.40 euro.


Analisi dell’1 dicembre
 



 

(grafico giornaliero)
 

Una reazione molto decisa e raggiungimento della zona di 12.50 euro. Senza segnare il livello, perché è ben visibile, serve il superamento della zona di 13/13.10 euro per avere una nuova indicazione di recupero. Possibile il raggiungimento di questa soglia nel brevissimo e al superamento è del tutto probabile una reazione tecnica verso la zona di 14/14.05 euro, dove si colloca il successivo ostacolo. Volumi sempre su buoni livelli.
 

Strategia
 

Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 14.20/30 euro nel brevissimo. Soglia operativa dove alleggerire parte della posizione in essere.


Analisi del 26 novembre
 

(grafico giornaliero)


Un rapido cedimento del titolo e ritorno verso la zona di 11 euro, livello dove si trova il primo appoggio di brevissimo. la tendenza dei prezzi si sta sviluppando su scambi in aumento ma che rimangono su livelli decisamente scarsi. Il trend dei prezzi, inoltre, ha prodotto il raggiungimento della zona di forte eccesso dell’indicatore ma, anche n questo caso, la media mobile è molto distante.
 

Strategia


Non siamo attivi e manteniamo la posizione in essere. Ci attendiamo una reazione dopo la metà della prossima settimana


Analisi del 23 novembre
 


 

(grafico giornaliero)
 

Movimento decisamente negativo per il titolo che si porta nuovamente sotto la zona di 12 euro. Segnale ben evidente sulla griglia in quanto rileviamo la rottura del supporto mentre i volumi sono in aumento e l’indicatore sta per entrare in zona di forte eccesso con la media mobile ancora molto lontana. Il quadro grafico ci segnala che il titolo ha ulteriore potenziale di discesa nelle prossime sedute ma questo movimento dovrebbe essere quello conclusivo prima di un nuovo rialzo, questa volta duraturo.
 

Strategia
 

Non siamo attivi e manteniamo la posizione in essere. Non fissiamo alcun stop.


Analisi del 19 novembre


(grafico giornaliero)
 

Un nuovo consolidamento per il titolo che si mantiene appena sotto la zona di 13 euro. Il movimento correttivo ha avvicinato il primo appoggio di brevissimo mentre l’indicatore si muove in ribasso verso la zona dei 50 punti dopo aver incrociato al ribasso. Volumi, però, molto bassi.
 

Strategia
 

Manteniamo la posizione in essere e non cambia nulla per quanto riguarda l’operatività. Non fissiamo alcun stop.


Analisi del 16 novembre
 

 

(grafico giornaliero)

 

Il titolo ha raggiunto la zona di 12.9 euro, dove si colloca il primo ostacolo. Il movimento impostato dai prezzi lascia supporre che questa soglia possa essere superata nel brevissimo sino a raggiungere la zona di 13.50/60 euro, dove si trova il vero ostacolo da passare perché rappresenta il 50% dell’intero calo realizzato da settembre. Il movimento impostato porta l’indicatore in zona di forte eccesso ma v sono margini per salire ulteriormente perché il livello non è elevato mentre la media mobile si mantiene distante. Buoni i volumi.


Strategia


Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 14.20/30 euro, dove venderemo la prima tranche della posizione. Indicazione operativa.


Analisi del 12 novembre
 

 



 

(grafico giornaliero)
 

Dati allineati alle attese e, per il momento, nessuna reazione da parte del titolo che dopo una discesa velocissima raggiunge la zona di 12 euro. Si tratta di un livello tecnico molto importante perché se reggerà determinerà un nuovo segnale di allungo nel brevissimo per possibile arrivo a 12.9 euro, dove si colloca il primo ostacolo. il trend dei prezzi si sta rafforzando anche se la dinamica dell’indicatore ci dice il contrario, perché i volumi nella fase di recupero di oggi sono in aumento.
 

Strategia
 

Manteniamo la posizione in essere ma stiamo valutando di alzare il primo target a 14.20/30 euro. Valuteremo nel prossimo report se intervenire in tal senso o no.


Analisi del 9 novembre
 



 

(grafico giornaliero)
 

Altro allungo del titolo e raggiungimento della zona di 12.50 euro ma con un massimo di seduta a 12.78 euro. Il titolo sta proseguendo il proprio recupero e si sta avvicinando alla zona di 12.97/13 euro, dove si trova il successivo ostacolo. Il movimento ha prodotto il raggiungimento della zona di forte eccesso rialzista da parte dell’indicatore mentre i volumi si mantengono su livelli non particolarmente elevati.
 

Strategia
 

Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 13.50/60 euro per il primo alleggerimento. Ci attendiamo questo allungo nel corso delle prossime sedute. Indicazione operativa.


Analisi del 5 novembre



 

(grafico giornaliero)
 

Strappo al rialzo per il titolo che supera la zona di 12 euro e conferma il superamento di questa soglia. Il trend dei valori è impulsivo, tanto da aver spinto l’indicatore in zona di forte eccesso rialzista mentre i volumi, nella seduta di oggi, sono in calo rispetto a ieri ma vicini alla media della precedenti sedute. La condizione tecnica di brevissimo termine, quindi, è positiva e sarà confermata dal raggiungimento, e superamento, della zona di 12.9 euro, dove si trova il primo ostacolo.


Strategia


Manteniamo per primo target a 13.50/60 euro, dove si colloca il ritracciamento del 50 della griglia. Indicazione che rimane operativa.


Analisi del 2 novembre

 



 

(grafico giornaliero)
 

Il titolo ha raggiunto la zona di 12 euro ed è atteso al test più importante di breve termine. Il movimento impostato dai prezzi lascia supporre che sia possibile un movimento significativo nel brevissimo che possa permettere il raggiungimento della zona di 13 euro, dove si trova il successivo ostacolo. L’ipotesi di un allungo sino al livello di 13 euro appare del tutto probabile anche perché rileviamo un forte aumento dei volumi e il raggiungimento della zona di forte eccesso da parte dell’indicatore.
 

Straetgia
 

Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 13.50 euro, ma questa soglia potrebbe essere alzata a 14.20/30 euro se la dinamica odierna sarà confermata nelle prossime sedute.


Analisi dell’1 novembre



 

(grafico giornaliero)
 

Andamento al rialzo nella seduta di oggi e raggiungimento della zona di 11.60 euro. Il trend dei prezzi ha prodotto l’avvicinamento alla zona di 12 euro, dove si colloca il primo ostacolo e il superamento di questa soglia darà un primo segnale di inversione di tendenza di brevissimo. Il trend dei prezzi ha prodotto un buon recupero da parte dell’indicatore che si sta avvicinando alla media mobile mentre i volumi si mantengono su buoni livelli.
 

Strategia
 

Manteniamo la posizione in essere e ci attendiamo il raggiungimento della zona di 12 euro nel brevissimo. Il superamento di questa soglia creerà le condizioni per l’arrivo a 13 euro in prima battuta con estensione sino a 14 euro nel brevissimo. Manteniamo la posizione in essere e, per il momento, non la tocchiamo.


Analisi del 22 ottobre
 

(grafico giornaliero)

Altra seduta in laterale che si sta sviluppando sotto la zona di 12 euro, dove si colloca il primo ostacolo di brevissimo. la tendenza dei prezzi si sta sviluppando in presenza di scambi non particolarmente elevati mentre l’indicatore segnala che la dinamica dei prezzi è forte. Ben poco da aggiungere se non che al superamento di 12 euro si avrò un primo segnale per primo arrivo a 12.90 euro e successivamente a 13.50 euro.

Strategia

Suggeriamo il mantenimento della posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona 13.50 euro nel brevissimo per il primo alleggerimento. Non fissiamo alcun stop ai prezzi correnti.


Analisi del 15 ottobre
 

(grafico giornaliero)

Andamento al rialzo per il titolo e raggiungimento della zona di 11.80 euro. Nessun segnale per il momento, ma appare del tutto probabile che il movimento di recupero possa proseguire nel corso delle prossime sedute e permettere il raggiungimento della zona di 12.00/12.05 euro in prima battuta, e successivamente di 12.95 euro e, soprattutto, di quota 13.60/65 euro. Il ritracciamento del 50% pare essere il primo livello da valutare per l’operatività.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere e abbassiamo la prima soglia operativi al raggiungimento di area 13.50/60 euro. Indicazione attiva dalla prossima seduta. Non fissiamo in alcun modo lo stop per questa posizione.


Analisi del 12 ottobre
 

(grafico orario)

Il titolo sta costruendo una base appena sopra la zona di 11 euro. Il limite superiori si trova appena sopra i 12 euro mentre, e questo è un dato positivo e importante, i volumi sono in calo, segnando che le mani primarie non sono più attive in vendita. L’indicatore si muove in zona neutrale e punta al superamento di 50 punti.

Strategia

Appare possibile il raggiungimento della zona di 12 euro ma, per il momento, non vi sono le condizioni per assistere ad un allungo più ampio. Manteniamo la posizione ma ci attendiamo un rapido progresso verso la zona di 14.30 quando quota 12.10 euro sarà superata (probabilmente non prima di fine mese).


Analisi del 7 ottobre
 

(grafico giornaliero)

Modifichiamo lo studio sul titolo perché dobbiamo giustificare un leggero cambio di target. Il livello di riferimento diventa la zona di 14.30/35 euro, appena sotto la soglia indicata ieri ma la consistenza dei volumi di oggi ci spinge a valutare anche la possibilità di modificare la quantità di titoli da liquidare. Indicatore in netto rialzo e, soprattutto, volumi in aumento completano un quadro tecnico sempre deficitario ma in sostanziale miglioramento.

Strategia

Vendere il 50% della posizione al raggiungimento di 14.30/35 euro. Indicazione attiva da domani.


Analisi del 6 ottobre
 

(grafico giornaliero)

Consolidamento velocissimo per il titolo che scende senza mai frenare. Raggiunta anche la zona di 10.50 euro, dove si colloca un importante livello grafico di brevissimo, in presenza di scambi elevati e con l’indicatore che si trova in zona di fortissimo eccesso. Questa condizione lascia supporre che sia possibile una reazione molto decisa dei prezzi ma per avere un segnale di recupero serve che l’attività di scambio sia in calo.

Strategia

Al momento, manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 12.70/80 euro ma siamo pronti ad alzare il target a 14.40/14.60 euro. In questo caso, venderemo tutta la posizione. Questa indicazione è attiva da domani.


Analisi del 28 settembre
 

(grafico giornaliero)

Altro consolidamento per il titolo che raggiunge la zona di 11.50 euro, passando al ribasso la zona di 11.80 euro, dove si colloca il primo appoggio di brevissimo. la tendenza dei prezzi si sta sviluppando in presenza di scambi che possiamo definire elevati mentre l’indicatore ripiomba in zona di forte eccesso, evidenziando un carico speculativo di non poco conto.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 13 euro, dove si colloca il primo ostacolo. non modifichiamo l’indicazione di vendita perché l’obiettivo è arrivare solo con una parte della posizione all’ultimo trimestre in quanto il titolo ha già dato il meglio di sé in passato. Target finale a 16.50/16.70 euro. Indicazione attiva.  


Analisi del 23 settembre
 

(grafico giornaliero)

Andamento al rialzo per il titolo che si avvicina alla zona di 12.50 euro. Una prima reazione positiva dopo settimane di veloce correzione che portato ad un forte ridimensionamento dei prezzi. Il movimento al rialzo ha prodotto il primo segnale di allungo che giunge dall’indicatore che ha incrociato la media mobile mentre non arrivano novità positive dai volumi. Al momento, il movimento è positivo ma è di sola natura tecnica.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere ma al raggiungimento di area 12.70 euro (soglia avvicinata moltissimo in questa seduta) saremo venditori di metà posizione. Indicazione operativa.


Analisi del 22 settembre
 

(grafico giornaliero)

Il titolo ha retto il primo supporto e ora si potrebbe assistere ad un veloce allungo dei prezzi con possibile raggiungimento della zona di 14 euro nel brevissimo. Il movimento di oggi ha permesso l’incremento di posizione e questo cambia la nostra strategia perché, ora, dobbiamo agire sia sul trading stretto che sul breve. In base alla posizione dell’indicatore, appare possibile un nuovo allungo dei prezzi sin dalla seduta di domani con arrivo a 12.75/80 euro nel corso di qualche seduta. Allo stesso tempo, se il movimento dovesse divenire impulsivo, a causa del fortissimo eccesso che riscontriamo sull’indicatore, è possibile l’arrivo a 14.10 euro con estensione sino a 14.80/15 euro.

Strategia

Siamo venditori a 12.70/80 euro della quota che abbiamo acquistato oggi. venderemo totalmente a 14.00/14.10 euro ma questa soglia potrebbe essere rivista al rialzo. Nuove indicazioni attiva da domani.


Analisi del 20 settembre
 

(grafico giornaliero)

Il titolo ha mantenuto la zona di 11.85/90 euro, dove si trova il primo appoggio. Il mantenimento di questa soglia è positivo ma ora serve un allungo che permetta al titolo di riavvicinarsi alla zona di 13.80 euro. Il movimento di oggi si è sviluppato in presenza di scambi non particolarmente elevati mentre l’indicatore oscilla in zona di forte eccesso ribassista.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento della zona di 13.90 euro ma in caso di nuovo storno e raggiungimento di area 11.90/11.80 euro, incrementeremo la posizione per arrivare al 100%.


Analisi del 16 settembre
 

(grafico giornaliero)

Andamento al ribasso nella seduta di oggi e ritorno a 12.50 euro. Sul grafico si nota che il titolo trova un primo appoggio proprio ai valori correnti mentre in queste ultime sedute si sta formando una base di accumulo proprio a 12.50 euro. La sensazione, tenendo conto del forte eccesso che si riscontra sull’indicatore, è che stia per maturare un veloce recupero tecnico. Devono scendere i volumi per avere una reazione degna di nota.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere senza procedere ad alcun intervento operativo in questa fase. Se assisteremo ad un nuovo cedimento, sicuramente incrementeremo la posizione in essere, soprattutto se la zona di 11.85/80 euro dovesse essere raggiunta.


Analisi del 14 settembre
 

(grafico giornaliero)

Movimento al rialzo per il titolo e raggiungimento della zona di 13 euro. Scattato il segnale di acquisto al superamento di 12.90 euro e posizione acquisita per target in area 13.90 euro, livello dove si trova il primo ostacolo. Il rialzo dei prezzi deve rafforzarsi e se i volumi tenderanno a scendere, si potrà valutare un target più di alto di quello fissato.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere e, per ora, confermiamo il livello di vendita a 13.90 euro. Livello che potrebbe essere alzato a 15 euro nel caso i volumi scendessero e si assistesse all’incrocio al rialzo con la media mobile.


Analisi del 13 settembre
 

(grafico giornaliero)

Andamento al ribasso per il titolo e sfondamento della zona di 12.5 euro, dove si colloca un buon appoggio. Il trend ribassista ha provocato non solo un fortissimo eccesso ma anche la rottura della linea di tendenza rialzista di breve termine. Siamo attivi sul titolo per sfruttare il recupero.

Strategia

Siamo operativi in compera, per salire al 50% o al raggiungimento di area 11.85/95 euro o al superamento di 12.90 euro. Target di arrivo a 12.90 euro nel primo caso e a 13.80 euro nel secondo.


Analisi del 31 agosto
 

(grafico giornaliero)

Il titolo raggiunge l’area del massimo storico e registriamo l’avvicinamento alla zona di forte eccesso da parte dell’indicatore. Il trend dei prezzi si sta sviluppando su scambi superiori a quelli della precedente seduta a conferma che il rialzo in corso potrebbe proseguire nel breve. Ovviamente, serve che il rialzo prosegua subito e che la zona di 17 euro sia messa sotto pressione entro questa settimana per avere un segnale di continuità del rialzo.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere ma al superamento di 16.70 euro, fissare lo stop alla rottura di 16.30 euro. (soglia corrente). Indicazione attiva da domani.


Analisi del 30 agosto
 

(grafico giornaliero)

Andamento al rialzo per il titolo e raggiungimento della zona di 16.5 euro. Il movimento in atto è tale da provocare il raggiungimento di area 16.80 euro, nel brevissimo, con estensione sino a 17.50 euro nel caso si assistesse ad una nuova accelerazione al rialzo della volatilità. I volumi sono in aumento mentre l’indicatore conferma il segnale di allungo nel brevissimo.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere per target in area 17.40/50 euro. Indicazione operativa che non modifichiamo e, per il momento, non fissiamo alcun stop.


Analisi del 27 agosto
 

(grafico giornaliero)

Nuovo allungo del titolo e raggiungimento della zona di 15.8/16 euro, dove si colloca il primo ostacolo di brevissimo. Il recupero di oggi permette al titolo di allontanarsi dalla zona di appoggio di brevissimo e all’indicatore di raggiungere la zona dove passa la media mobile. Un nuovo allungo dei prezzi determinerà un segnale positivo per possibile arrivo 16.50 euro nel corso delle prossime sedute.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere e puntiamo al raggiungimento di area 17.40/50 euro per liquidare. Per il momento, non fissiamo alcun stop e non prevediamo alcun incremento di posizione.


Analisi del 23 agosto
 

(grafico giornaliero)

Buona partenza ma subito dopo l’avvio prende forma un consolidamento che determina il raggiungimento della zona di 15.20 euro. Nulla di particolare ma è chiaro che il titolo si mantiene ancora in trend ribassista di breve. Il movimento di oggi si sta sviluppando su scambi elevati, ben superiori a quelli di venerdì in proiezione, e con l’indicatore che si mantiene in zona neutrale.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere senza procedere, per il momento, ad alcun intervento operativo né in incremento né in stop.


Analisi del 20 agosto
 

(grafico giornaliero)

Il cedimento di oggi ha portato al raggiungimento della zona di 15.00/15.10 euro, dove passa la linea di appoggio che abbiamo evidenziato Non ci aspettavamo una caduta cos rotonda nella seduta di oggi, ma il trend dei prezzi si sta sviluppando in presenza di scambi elevati (ben superiori a quelli di ieri in proiezione) mentre l’indicatore ha raggiunto la zona di forte eccesso.

Strategia

Manteniamo la posizione in essere, acquistata oggi intorno ai valori correnti, e puntiamo al raggiungimento di area 17.40/50 euro per liquidare. Indicazione operativa che ci attendiamo possa essere realizzata nel corso di settembre.


Analisi del 18 agosto
 

(grafico giornaliero)

Il titolo necessita di un consolidamento che potrebbe provocare il raggiungimento della zona di 15 euro, dove troviamo un ottimo appoggio dato dalla coincidenza tra la linea dinamica data dalla base del canale e quella statica. L’indicatore conferma le difficoltà di brevissimo rimanendo intorno alla linea dei 50 punti e ben lontano dalla media mobile.

Strategia

Non è ancora il momento, ma al raggiungimento della zona di 15/15.10 euro saremo compratori del titolo primo target a 17.50/70 euro (linea superiore del canale). Indicazione attiva per salire al 50%.


Analisi del 13 luglio
 

(grafico giornaliero)

Andamento al rialzo e raggiungimento della zona di 15.60 euro, livello prossimo al massimo di 16 euro, dove si colloca una soglia importante. Il titolo si muove all’interno del canale evidenziato e, soprattutto, rileviamo che il trend di recupero possa essere caratterizzato da un nuovo allungo che permetterà il raggiungimento della zona di 17.50 euro se si creeranno le condizioni ottimali. L’indicatore riprende forza e si avvicina alla zona di forte eccesso rialzista mentre i volumi sono molto alti.

Ultime notizie

© 2022 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406